IL LAVORO DA’ FUTURO E DIGNITA’
Gli stabilimenti Riva Acciaio devono ripartire ed insieme a loro tutta l’economia del territorio

Quanto sta accadendo al gruppo Riva Acciaio, compresi i suoi tre stabilimenti “camuni” e gli oltre 430 lavoratori occupati, rischia di essere il colpo mortale all’economia della Vallecamonica. Questa vicenda va infatti oltre i numeri (già da far rabbrividire) del gruppo stesso, ma interessa e rischia di travolgere anche molte aziende e tantissimi lavoratori (probabilmente piu di 1000!!!!) dell’indotto, che rischiano di trovarsi senza lavoro....
Per questo pensiamo sia importante saldare la lotta dei lavoratori di Riva Acciaio con tutto il territorio, e farla diventare una battaglia comune per la difesa ed il rilancio dell’occupazione. Per questi motivi l’iniziativa, decisa nell’assemblea dei lavoratori di giovedì 19 settembre, di organizzare una fiaccolata per domenica 22 settembre a partire dalle 20, con inizio dal piazzale della fabbrica di Cerveno con un momento iniziale di incontro (alle 18) tra i lavoratori , le loro famiglie, e tutta la popolazione che vorrà portare la propria solidarietà. Invitiamo tutti a partecipare, ad unire le forze, la propria voce, per gridare tutti insieme ed il più forte possibile che:

RIVA ACCIAIO DEVE RIAPRIRE E LA VALLE NON DEVE MORIRE

Fiaccolata riva.pdf

Login
CGIL Valle Camonica Sebino Via Saletti, 14 - 25047 Darfo Boario Terme (Brescia) | Indirizzo e-mail | telefono 39 0364 543201 | fax 39 0364 537322
Codice Fiscale: 90000850173 |